top of page

LIBRI TEATRO



Suscitare interesse verso l’oggetto libro nei bambini che si approcciano con indifferenza non è semplice. Se però questo avviene come incontro “attivo”, ossia se vi è un’interazione con la forma del libro e i meccanismi costruiti sulle pagine, si innescano nuove modalità di conoscenza. Un esempio sono i libri interattivi.


Si tratta di libri che possono presentare una progettazione cartotecnica semplice o complessa. Il solo movimento dell’apertura delle pagine crea scenografie talvolta davvero spettacolari, come accade con i libri pop up.


Altri libri, invece, hanno una particolare struttura che oltre alla partecipazione dei gesti delle mani che esplorano i meccanismi cartotecnici delle pagine, possono coinvolgere narratore e ascoltatore. È questo il caso dei libri-teatro.


Solitamente un libro-teatro ha un boccascena dentro il quale si svolge una scena illustrata con figure incollate sulla cornice, oppure con personaggi e ambientazioni mobili.



Il piccolo teatro di Rebecca, Rébecca Dautremer, Rizzoli

Il piccolo teatro di Rebecca, Rébecca Dautremer, Rizzoli

In foto due libri editi da Ippocampo e Rizzoli.

Entrambi i libri non sono artigianali ma prodotti con fustelle mediante le quali le pagine vengono traforate in modo preciso e pulito.


L’effetto è di grande impatto, amplificato anche dallo spazio tra i piani sovrapposti e ben distanziati che permettono alla luce di aggiungere suggestioni più profonde. (Giardino Blu).


Giardino Blu di Elena Selena, Ippocampo Ragazzi
Giardino Blu di Elena Selena, Ippocampo Ragazzi

Giardino Blu di Elena Selena, Ippocampo Ragazzi

I libri-teatro hanno origini risalenti alla fine del 1700.

Contrariamente a quanto si possa immaginare, furono libri ideati e prodotti per adulti, non per bambini.


Grazie a giochi prospettici, questi libri riproducevano immagini di vedute, scene di genere e di danza. Si poteva sbirciare da due piccoli fori (stereo visione) posti sulla prima pagina. Per questa caratteristica vennero definiti peepshow.


Sul retro della prima pagina, in sequenza, si aprono le scene dando la possibilità di immergersi con lo sguardo che attraversa i diversi piani della struttura.

Sono i Tunnel Book, libri che creano l’illusione della profondità.


Tunnel Book d'epoca con stereo visione. Thames Tunnel (Tunnel del Tamigi di Londra)

La composizione dei piani sovrapposti è simile anche per i Carousel Book (Libri Giostra), ma diversamente dai libri tunnel la forma si sviluppa su un cerchio fino ad assumere le sembianze di una stella.


Carousel Book, Orlando's Country Peepshow by Kathleen Hale (1947)

La mia esperienza con i laboratori scolastici e le attività di formazione per gli insegnanti mi hanno dato modo di sperimentare e semplificare le strutture originarie per adattarle alla manualità dei bambini e dare la possibilità a tutti di poter costruire un libro-teatro senza avere necessariamente doti artistiche.


Costruire è la fase propedeutica della progettualità manuale-cognitiva ed emozionale.

Comprende fare ricerche sull’argomento che racconterà il libro, esplorare le possibilità del materiale, capire come far funzionare i meccanismi rispetto a una piega o allo spessore di una carta.

Tutto ciò per trovare equilibrio, armonia e capacità comunicativa della struttura del libro.


Come piccoli architetti, i bambini costruiscono la loro casa-libro che deve essere confortevole e raccontare cosa c’è dentro.



Per i bambini della scuola dell’Infanzia, lo scheletro della struttura del libro deve essere preparato dall’insegnante, mentre il percorso dei bambini sarà quello di costruire la storia con approcci differenti (attività artistiche, motorie, ecc.) idonei alla loro età.



I libri-teatro possono essere utilizzati anche solo dall’adulto per narrare o spiegare argomenti di divulgazione. Ma sicuramente la partecipazione collettiva della classe, dalla progettazione alla costruzione fino alla narrazione, può diventare un percorso formativo e arricchente per i bambini che avranno la possibilità di sperimentare abilità e competenze in ambiti differenti: grafo-motorio, relazionale, ecc.


Sabato 13 aprile, in occasione della Bologna Children's Book Fair (8-11 aprile), propongo due workshop, di mattina il Tunnel Book e il pomeriggio il Carousel Book.


Il 20 aprile Libro-teatro da sfogliare con pop up semplici

I Libri Giostra sono idonei per la manualità dei bambini della Primaria, le altre due tipologie anche per l‘Infanzia.

Per tutte le strutture libro mostrerò gradi differenti di costruzione, dalla più semplice a quella più elaborata per i bambini più grandi, infine verranno forniti PDF di approfondimento.

Silvana Verduci


I workshop sono indipendenti, puoi scegliere di partecipare solo ad uno oppure a tutti. Sconto per più iscrizioni!

Le lezioni le terrò presso lo spazio atelier della mia casa-studio a Bologna


Tutte le informazioni dei workshop Libri Teatro QUI




339 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page